Translate - Now!

lunedì 23 gennaio 2017

Questo e quello



Gli aggettivi dimostrativi in persiano sono molto semplici.

In italiano sono spesso omessi, perché sottintesi, come nel caso:

- (Questo - lui) è uno studente.
- (Questo- quello) è difficile.

In persiano 

Questo  libero in ketaab
این کتاب
Quel quaderno aan daftar
آن دفتر
Questi liberi in ketaab haa
این کتاب ها
Quei quaderni aan daftar haa
آن دفترها

Come sappiamo, il plurale in persiano funziona in modo leggermente diverso rispetto all’italiano.

Esempio:

  • con i numerali il sostantivo resta singolare.
ā = aa (alef, a lunga)
As a general feature in Persian, also shared by many other Iranian dialects, in most cases an /ā/ followed by the alveolar nasal /n/ becomes a long /u/ ([ān] > [un]):


Il tipico saluto affettuoso italiano, “mille baci” in persiano sarebbe “mille bacio”.


Una questione già affrontata in precedenza, come oramai sapremo, c’è una differenza tra il persiano scritto e parlato. Il termine tecnico è diglossia. Per essere brevi:


Una vocale a lunga (alef) seguitata una una consonante alveolare nasale n o m, si trasforma in u.

/ān/
>
/un/
/ām/
>
/um/



casa خانه 
xāne
خونه 
xune
Tehran تهران 
tehrān
تهرون 
tehrun
pane نان 
nān
نون 
nun
quello آن 
ān
اون 
un
arco کمان 
kamān
کمون 
kamun
ciò che appartiene alle donne زنانه 
zanāne
زنونه 
zanune;
come anche کفش زنونه 
kafše zanune
‘scarpe da donna’
Qualche caso particolare


bagno حمّام 
hammām
حمّوم 
hamum
finito تمام 
tamām
تموم 
tamum
venire آمدن 
āmadan
اومدن 
umadan




Nessun commento:

Posta un commento

Baghali polo

Un piatto che non mi stancherei mai di mangiare è baghali polo. Baghali polo significa riso alle fave. Ottimo, semplice e vegetari...