Translate - Now!

venerdì 9 gennaio 2015

Viaggio a Kandahar - Safare Qandahaar


In orario di basso ascolto, su la7 (faccio pubblicità non occulta, un plauso a chi trasmette film d’autore), ho visto ancora una volta il film “viaggio a Kandahar”. 

Viaggio a Kandahar, in persiano/dari “Safare Qandahaar”, diretto da Mohsen Makhmalbaf (regista iraniano e attivista antishah durante la rivoluzione) e Nelofer Pazira.






Nelofer Pazira non solo è la regista, ma anche interprete e la storia del film è basata in parte sulla sua vita.

La storia ve la faccio raccontare direttamente da Nelofer.


Nelofer Pazira discusses "Kandahar" Pt. 1


Nelofer Pazira discusses "Kandahar" Pt. 2




Vorrei però soffermarmi sulla cosa che mi ha colpito di più e che se posso voglio portare avanti.

Per chi non sapesse l’inglese:

Durante l’occupazione sovietica, quando oramai la situazione è insostenibile, la famiglia di Nelofer decide di lasciare l’Afghanistan. Fuggono via terra verso il Pakistan, vivono nei campi profughi, il Canada li accetta come rifugiati politici e si trasferiscono lì. Ma la famiglia dell’amica del cuore di Nelofar decide di rimanere in Afghanistan.

Nelofer inizia la sua nuova vita, impara l’inglese essendo di madre lingua dari, si iscrive all’università e diventa giornalista.

Nelofer torna in Afghanistan nel 1996 per ritrovare l’amica d’infanzia con cui si è tenuta in contatto. La vita dell’amica sotto il regime dei talebani era diventata insostenibile e le aveva scritto che adesso Nelofer doveva vivere per entrambe. Nelofer la cerca a rischio della vita, ma non la trova, ma non si arrende. La trova, ma troppo tardi. Si è suicidata. 

Da questo nasce il progetto “Dyana Afghan Women’s Fund” 


Questo progetto permette alle donne afghane di imparare a leggere, scrivere e un mestiere. Per emanciparsi dall’oppressione talebana.

Qui potete donare: 


How to Donate

We are a Canadian Registered Charity. Registration No: 875245102RR0001.

To donate please make cheques and money orders payable to
'Dyana Afghan Women's Fund' and send to:

Dyana Afghan Women's Fund
66 Lakeview Avenue
Toronto
Ontario
M6J 3B3
Canada
Attn: Jocelyn Schaffer-Roff



Perché è importante il progetto? 

Per questo, lo dice meglio Malala.



Viaggio a Kandahar è stato il film dell'anno, ne parlavano tutti, le donne afghane con il burqa facevano il giro del mondo...poi più niente. Eppure le donne afghane sono ancora lì. 

Ricordatevi di questa fondazione quando è il tempo di 8 per mille e 5 per mille. 

E guardate il film. Un film molto difficile. Per capirlo bisogna premere pausa se potete, oppure bisogna vederlo più volte. Non solo per l'argomento trattato, ma per la profondità di riflessione che ogni scena richiede.

Alla prossima.





Nessun commento:

Posta un commento

Kardan vs anjām dādan

Il verbo fare in persiano può essere kardan oppure anjām dādan. Il verbo kardan si usa anche con dei sostantivi per comporre nuovi ver...